Serie TvTVVideo e Social

House of the Dragon, Sky ci riporta a Westeros con la nuova serie sui Targaryen: ecco la data

La serie prequel di "Game of Thrones" racconterà le origini della nobile Casa di Daenerys

L’universo narrativo di Game of Thrones si espande grazie alla serie prequel, House of the Dragon in arrivo su Sky Atlantic. Il leggendario Continente Occidentale di Westeros nato dalla penna di George R.R. Martin sarà teatro di una nuova storia: quella della temuta Casa Targaryen.

Dopo Game of Thrones, una nuova serie targata HBO è pronta a riportarci nell’universo narrativo creato da George R.R. Martin e incentrato sulla dinastia dei Targaryen. Per fare ciò, il tempo si riavvolgerà di circa 200 anni rispetto allo show originario, ad oggi record di vittore agli Emmy Awards. Insomma, sono altissime le aspettative per House of the Dragon, di cui si è tenuta ieri 15 agosto la premiere a Londra.

House of the Dragon
Sky Cortesy Press Office

Ispirata al romanzo Fuoco e Sangue di George R.R. Martin, co-creatore e fra i produttori esecutivi, e ambientata 200 anni prima degli eventi citati nella serie cult HBO, House of the Dragon è in procinto di debuttare su Sky Atlantic e in streaming su NOW. L’appuntamento è ogni lunedì, a partire dal prossimo 22 agosto, per dieci settimane, con la versione originale sottotitolata in contemporanea assoluta con gli USA alle 3:00 del mattino e in replica alle 22:15, e dal 29 agosto con la versione in italiano alle 21:15. Sempre in doppio audio, i dieci episodi saranno via via disponibili ovviamente anche on demand.

House of the Dragon, il prequel di Game of Thrones ci riporta a Westeros dopo tre anni: cosa aspettarsi

House of the Dragon si concentrerà su un evento tristemente noto nella storia di Westeros, la cosiddetta Danza dei Draghi. Si tratta della battaglia per la successione al Trono di Spade. Quando re Viserys I (Paddy Considine) tenta di nominare sua erede la giovane figlia, la principessa Rhaenyra (Milly Alcock da giovanissima, Emma D’Arcy da adulta), scatena il dissenso a corte. Ciò darà origine a una sanguinosa guerra civile: i tradizionalisti non sono pronti a vedere una donna salire sul Trono di Spade, preferendogli il fratello minore del re, il Principe Daemon Targaryen (Matt Smith), guerriero senza pari ma impulsivo e inaffidabile.

House of the Dragon
Sky Cortesy Press Office

Co-creata da Martin e dai due showrunners Ryan J. Condal e Miguel Sapochnik, House of the Dragon vanta un grande cast che include fra i protagonisti Paddy Considine; Matt Smith; Olivia Cooke; Emma D’Arcy; Steve Toussaint; Eve Best; Fabien Frankel; Sonoya Mizuno e Rhys Ifans. Nel cast anche Milly Alcock, Bethany Antonia, Phoebe Campbell, Emily Carey, Harry Collett, Ryan Corr, Tom Glynn-Carney, Jefferson Hall, David Horovitch, Wil Johnson, John Macmillan, Graham McTavish, Ewan Mitchell, Theo Nate, Matthew Needham, Bill Paterson, Phia Saban, Gavin Spokes e Savannah Steyn.

Matt Smith in House of the Dragon
Sky Cortesy Press Office

Alla colonna sonora torna l’autore dell’iconico score originale de Il Trono di Spade, Ramin Djawadi (Westworld). Co-creatore e produttore esecutivo della serie George R.R. Martin; co-creatore, co-showrunner, produttore esecutivo e sceneggiatore Ryan Condal; co-showrunner, produttore esecutivo e regista Miguel Sapochnik; produttore esecutivo e sceneggiatrice Sara Hess; produttori esecutivi Jocelyn Diaz, Vince Gerardis, Ron Schmidt; registi Clare Kilner, Geeta V. Patel; regista e co-produttore esecutivo Greg Yaitanes.

Lorenzo Cosimi

Cinema e tv

Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.

Back to top button