NewsPrimo piano

Siena, Al via il Palio di luglio dopo due anni di stop per la pandemia

Torna una delle manifestazioni più amate: 10 le contrade che si apprestano a vivere i 4 giorni che le porteranno alla carriera di Provenzano sabato prossimo

Grandissima attesa ed emozione per il ritorno della Festa dei senesi: il Palio. Sono iniziati oggi i 4 giorni di avvicinamento alla carriera dedicata il prossimo 2 luglio alla Madonna di Provenzano che salvò Siena dalla peste.

Dopo i due anni di stop forzato per il rispetto della normativa Covid in caso di assembramenti, una piazza gremita dai 10 popoli che correranno per il Palio di luglio 2022 e non solo. L’attesa e l’emozione di vedere ancora una volta una delle manifestazioni più note e amate al mondo tornare al suo normale svolgimento è un po’ ridare a Siena la sua vita. In fondo come diceva il compianto collega Paolo Fraiese, che lo ha lungo commentato: “Il palio è una metafora, è lo specchio della vita e della morte“.

Assegnazione cavalli 29 giugno – Palio Luglio 2022

Palio, 28 giugno: l’assegnazione dei cavalli alle contrade

Sono stati scelti questa mattina, dopo le consuete batterie per ammirare i cavalli alla prova del tufo in Piazza del Campo, i 10 barberi (cavalli alla senese, n.d.r.) che correranno il Palio sabato 2 luglio 2022. Ecco il lotto incredibilmente nuovo – come era inevitabile dopo due anni di stop forzato – con soli due soggetti che hanno già corso in precedenza: Una per Tutti e Schietta, mentre l’attesa Violenta da Clodia è stata esclusa dalle scelte dei capitani di contrada. Questo l’ordine di assegnazione di ogni cavallo ad ognuna delle contrade che si affronteranno per la carriera dedicata alla Madonna di Provenzano (età, n. orecchio e proprietario):

Valdimontone VALDIMONTONE VITZICHESU C (8 anni – baio – n. orecchio 6 – di Lorenzo Pasquinuzzi)
Civetta CIVETTA VANKOOK C (8 anni – baio – n. orecchio 14 – di Giosuè Carboni)
Leocorno LEOCORNO VOLPINO C (8 anni – baio – n. orecchio 9 – di Mark Harris Getty)
Torre TORREVISO D’ANGELO C (8 anni baio – n. orecchio 25 – di Niccolò Bianchi)
Istrice ISTRICE SCHIETTA F (11 anni baio – n. orecchio 13 – di Anna Maoddi)
Drago DRAGO ZIO FRAC C (7 anni baio – n. orecchio 27 – di Enrico Bruschelli)
Bruco BRUCO URAGANO ROSSO C (9 anni – grigio – n. orecchio 22 – di Valter Pusceddu)
Pantera PANTERA UNA PER TUTTI F (9 anni – baio – n. orecchio 1 – di Massimo Milani)
Lupa LUPA REO CONFESSO C (12 anni – baio – n. orecchio 31 – di Antonino Vallone)
Chiocciola CHIOCCIOLA ZENTILE C (7 anni – baio – n. orecchio 21 – di Mark Harris Getty)

Sono tre i popoli che hanno esultato maggiormente nella calura di piazza: alla quarta assegnazione quella di Viso d’Angelo al popolo di Salicotto; poi segue il boato dei contradaioli di Camollia per Schietta – uno dei due cavalli più esperti, insieme ad Una per Tutti, toccata in sorte a Stalloreggi. Chiude la doppia esultanza del popolo di San Marco prima per aver evitato Reo Confesso, e poi per Zentile. Squillano le chiarine e parte il Palio con il valzer delle monte.

Vittoria Contrada Selva 16 agosto 2019 – ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI

Probabili monte prima prova 28 giugno

In attesa della prima prova di questa sera nel pomeriggio si sono ricorse le solite voci riguardo le possibili monte (l’accoppiamento cavallo-contrada-fantina, n.d.r.), che possono cambiare fino alla segnatura ufficiale dei fantini di sabato mattina prima del Palio vero e proprio. Ecco le indiscrezioni al momento sulle dieci contrade:

  • VALDIMONTONE – Antonio Mula
  • ISTRICE – Carlo Sanna detto Brigante nell’Istrice
  • LEOCORNO – Andrea Coghe detto Tempesta
  • LUPA – Enrico Bruschelli detto Bellocchio
  • DRAGO – Giovanni Atzeni detto Tittia
  • BRUCO – Stefano Piras detto Scangeo nel Bruco
  • CHIOCCIOLA – Giuseppe Zedde detto Gingillo
  • CIVETTA – Valter Pusceddu detto Bighino
  • PANTERA – Elias Mannucci detto Turbine
  • TORRE – Jonatan Bartoletti detto Scompiglio

Di questi la metà hanno già trionfato: il Tittia con ben 7 vittorie è il veterano di Piazza; Scompiglio vanta 5 sigilli; tre Gingillo e infine una ciascuno Brigante e Tempesta .

Palio 2 luglio 2019 – Vittoria della Giraffa – ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI

Angela Oliva

Direttore Responsabile
Pugliese di nascita, muove le sue prime esperienze giornalistiche tra Palio, Sport e Cronaca bianca a Siena durante il periodo universitario divenendo pubblicista subito dopo la laurea con lode in Scienze della Comunicazione. Con il trasferimento a Roma inizia il praticantato che la porterà a diventare professionista nel 2008. Si è occupata di gambling, dipendenze, politica estera (ha una seconda laurea sempre con lode in Scienze internazionali e diplomatiche), ippica, economia. Ha collaborato con giornali, TV (Telenorba), l'agenzia di stampa nazionale Il Velino-AGVNews e con diverse realtà specializzate. Diverse le esperienze in agenzie come account ed advisor del settore bancario, di associazioni di categoria, di comunicazione pubblica, turismo, trasporti, cybersecurity, compliance & risk management, telecomunicazioni, 5G e di gaming.
In parallelo si è occupata di Comunicazione strategica e Marketing come manager in azienda - trasferendosi a Rimini - assumendo spesso anche la responsabilità delle Relazioni esterne. Ha approfondito, con due diversi master, anche i temi della Corporate Social Responsibilty e della Sostenibilità.

Back to top button