Motomondiale, Italia tre volte sul podio: le altre triplette negli anni

Al GP del Qatar i team italiani partono in grande stile, un successo per i piloti del tricolore

Il Motomondiale sembra iniziare nel migliore dei modi per l’Italia che ottiene una tripletta sul podio; in Qatar trionfano in tre classi diverse: Bastianiani, Migno e Vietti. A Losail l’Inno di Mameli risuona tre volte colorando la gara inaugurale del Campionato del mondo 2022 con i colori della bandiera italiana.

L’Italia trionfa nelle prime tre gare del Motomondiale 2022; in Qatar sul podio Andrea Migno in Moto3, Celestino Vietti in Moto2 ed Enea Bastianini conquista il MotoGP. Vittorie che fanno presagire un Campionato del mondo esaltante per i piloti che portano il tricolore in pista. L’ultima tripletta italiana risale al 9 settembre 2018 e nella storia del motosport italiano questo rappresenta un successo che non passa inosservato.

A Losail la bandiera italiana si issa per ben tre volte rendendo fieri tutti gli appassionati di questo sport che tifano per i piloti italiani. Tre vittorie in tre classi differenti e una gioia per i team, oltre che, ovviamente, per tre giovani protagonisti in gara.

Un successo alla gara inaugurale

Il primo Motomondiale senza la presenza di Valentino Rossi che ha dato il suo addio alle moto; ma il pilota di Urbino sembra aver lasciato i semi del suo talento. A raccogliere con onore e orgoglio l’eredità del ‘Dottore‘, lo scorso 6 marzo, ben tre piloti italiani che hanno trionfato nella gara d’apertura del Campionato Mondiale di Motociclismo. A Losail, in Qatar, l’Inno di Mameli suona per ben tre volte; a salire sul podio, nelle rispettive classi d’appartenenza: Migno, Vietti e Bastianini.

Enea Bastianini

L’ultima tripletta italiana risale al 2018 con la vittoria a Misano di Dovizioso, Bagnaia e Dalla Porta; ma se si considera una tripla vittoria del tricolore nella gara d’apertura e la leadership nei tre mondiali, allora il calendario scorre al 1996. Nel Gran Premio di Malesia (Shah Alam 1996) sul podio salirono, nel corso della gara inaugurale: Luca Cadalora in 500cc, Max Biaggi in 250cc e Stefano Perugini in 125cc. Inoltre, nei 74 anni di Motomondiale, L’Italia ha vinto tutte le tre gare delle classi principali in quattro casi. Nel 1951 Umberto Masetti vinse in 500, Dario Ambrosini in 250 e Guido Leoni in 125; la seconda tripletta arrivò a Hockenheim, dove i trionfi italiani furono, addirittura, quattro: Libero Liberati in 500 e 350 e Carlo Ubbiali in 250 e 125.

Le vittorie al Motomondiale in Qatar

I successi per l’Italia al Motomondiale in Qatar arrivano con Celestino Vietti che in due giorni ha praticamente ‘sconvolto’ in maniera positiva il suo destino; nella sua stagione iniziale, infatti, non era mai partito in pole, salito sul podio o registrato un giro più veloce. Ma sul circuito di Losail il pilota vince in maniera spettacolare; Grande Slam di pole, giro veloce, tutti i giri in testa e poi podio con la vittoria. Un successo incredibile se si considera che, in passato, nella storia del Moto2 solo altri due piloti avevano ottenuto il primo successo in maniera così inequivocabile: Andrea Iannone nel 2010 e Tito Rabat nel 2013.

Celestino Vietti

Per Andrea Migno è il gran finale che regala una vittoria sorprendente al pilota della Moto3; vince la sua seconda gara in questa categoria (dopo il Mugello nel 2017), ottenendo un nuovo record. Infatti, con questa vittoria, oltre a contribuire alla straordinaria tripletta italiana, il pilota registra una delle attese più lunghe tra una vittoria e l’altra; ma in questo caso si può dire che l’attesa è stata ripagata in maniera sorprendente. E, infine, conclude la prima giornata del Motomondiale 2022 la vittoria tricolore di Enea Bastianini che con un sorpasso incredibile al 18° giro ottiene il suo primo successo in MotoGP con il team Gresini; ed è proprio al fondatore del team, il compianto Fausto Gresini, che Bastianini ha voluto dedicare prima la prima fila e poi la straordinaria vittoria.

Le precedenti triplette

Oltre all’ultima tripletta italiana del 2018 con Lorenzo Dalla Porta in Moto3, Francesco Bagnaia in Moto2 e Andrea Dovizioso in MotoGP, la precedente tripletta con i colori dell’Italia risale al 2017. Il 4 giugno del 2017, nel Gran Premio d’Italia al Mugello, in MotoGP ancora Andrea Dovizioso, in Moto2 Mattia Pasini e in Moto3 Andrea Migno (quest’ultimo protagonista anche della tripletta targata 2022). Un altro precedente, anche se con le categorie nominate in maniera differente, si torna al primo giugno del 2008.

Andrea Migno

In quell’anno l’Italia al Mugello trionfa in grande stile; Valentino Rossi su Yamaha (che alla fine della stagione otterrà il titolo di campione del mondo) conquista il MotoGP lasciandosi alle spalle Stoner e Pedrosa. Nella classe 250 a trionfare è il compianto e grandissimo Marco Simoncelli che vince su Debon e Luthi, infine in 125 c’è Simone Corsi che supera Talmacsi e Pol Espargaró. Dopo aver citato i successi del passato non ci resta che sperare che questo trionfo inaugurale sia di ottimo auspicio per i team italiani al Motomodiale 2022.

LEGGI ANCHE: Valentino Rossi, presentato al Teatro Rossini di Pesaro il Team VR46