Primo pianoTV

Sanremo 2022, Sabrina Ferilli: “Sto qui per il figlio di Amadeus”, confermati Mengoni e omaggio a Raffaella Carrà

Si appresta a chiudere in bellezza il 72esimo Festival di Sanremo, grazie alla presenza di Sabrina Ferilli che infiamma la conferenza stampa

In diretta dalla Sala del Casinò di Sanremo, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della quinta giornata festivaliana di Sanremo 2022. Ospiti ancora una volta della conferenza, svolta presso il Casinò di Sanremo, sono: Amadeus; Stefano Coletta, direttore di Rai1; Alberto Biancheri, sindaco di Sanremo; Adriano Battistotti, Presidente Casinò di Sanremo; Claudio Fasulo, vicedirettore di Rai1, Giovanni Toti, Presidente della Regione Liguria. Insieme a loro, si è aggiunta la co-conduttrice del quinto appuntamento, Sabrina Ferilli e l’Assessore Faraldi.

Sanremo 2022, Stefano Coletta: “Il miglior risultato dal 1995

Ascolto medio ha raggiunto l’incredibile cifra di 11 milioni 378mila pari al 60.5% di share medio, picco di ascolto alle 22:15 con oltre 16 milioni di telespettatori, picco di share di 63% e il dato strabiliante è la permanenza di 43.5% (lo scorso anno è stata del 34.3%). “Un risultato buono di un’azienda pubblica è un risultato buono per tutti. Poi stasera non se farà un ca**o (ride). Io tutt’al più ci sarò sul finale. […] Sono molto felice di stare qua e di rivedere persone con cui ho iniziato la carriera!

Stefano Coletta ha preso dunque la parola: “Facendo questo mestiere da 30 anni ho sentito e ho assistito che ieri sera tutto era al suo posto. […] L’altro pensiero che mi accompagnava è che questa meraviglia non sarà più ripetibile in futuro… Davvero, è stato raggiunto un risultato straordinario. Non si tratta mai di ‘fortuna’ ma esiste l’incrocio tra un talento complessivo e l’intuizione. […] Alle persone serviva il bisogno di vivere un’esperienza collettiva e liberatoria ma anche libertà e verità. È stato un racconto di una lotta contro il pregiudizio, delle nostre radici: ed è stato fatto con l’arte! Quei duetti ieri sera erano la nostra storia.”

Ha affermato il direttore di RaiUno in merito alla penultima serata di Sanremo 2022, confessando di aver scritto ieri sera alle 23:00 ad Amadeus e alle altre maestranze, definendo il quarto appuntamento “Una serata da manuale“. La prima parte è stata vista da 14 milioni 31mila spettatori. La seconda parte da oltre 7 milioni. “Il miglior risultato dal 1995.” – rivela Coletta. L’ascolto medio delle serate è stato del 56% di share. Il target della quarta serata conferma la prevalenza delle giovani donne (80%) e di laureati.

Amadeus introduce Sabrina Ferilli e svela un aneddoto sulla sua presenza

Amadeus: “Non ho parole… È stata una serata indimenticabile, di quelle che ai miei tempi mi sarei registrato sul VHS. È un lavoro pensato, costruito, i ringraziamenti però li farò domani… Do il benvenuto a una donna che amo molto: Sabrina Ferilli è una donna forte, dinamica, divertente.” Amadeus, sollecitato dalla stessa Ferilli, ha confessato come sia stato suo figlio a suggerirgli la presenza dell’interprete romana. “Sto qui per il figlio di Amadeus! È piena generazione Z!” – confessa Ferilli. Amadeus rivela che anche tutti i compagni di classe del figlio l’avrebbero voluta perché “dice le parolacce come noi!” Dal canto suo, l’interprete ha sbottato ironicamente:No, questo non lo dovevi dire!

È Sabrina Ferilli show: la chiamata surreale con Amadeus

Prende la parola Sabrina Ferilli, che chiuderà in bellezza Sanremo 2022, raccontando la chiamata surreale che ha avuto con Amadeus: “È successa una cosa strana: a un certo punto durante le festività mi viene un dolore, mai pensavo fosse la cervicale. Mi danno tutta una serie di FANS, ero rintronata ‘cotta’. Ho vissuto 7 giorni come un drogato. Mi chiama preso e dico subito di sì. Poi mi è venuto il dubbio che non mi avesse chiamato un ca**o di nessuno. Non sapevo come richiederglielo perché quando sei contattato da Sanremo è come se fossi rapito dal KPG. Sono stata un paio di giorni in trance e lo richiamo dicendogli: ‘Che bello fare Sanremo!’ Questo mi risponderà o ‘che ca**o stai a dì?’ oppure sì! Alla fine ho capito che era vero!” E su Amadeus, afferma: “Ha la gentilezza di chi sa accogliere e questo mette molto a proprio agio!

Sabrina Ferilli Sanremo2022

Dati da record, Claudio Fasulo conferma Mengoni e l’omaggio a Raffaella Carrà

Elena Capparella ha preso la parola, rivelando i dati incredibili di ieri sera: l’ascolto in diretta e on demand sono andati di pari passo. Anche sulle piattaforme digitali della Rai, Raiplay vince con il 61%… Quasi 24,5 milioni di interazioni, battendo qualsiasi record. Claudio Fasulo: “Questa sera avremo Marco Mengoni. Avremo Fabio Rovazzi e Orietta Berti che verranno a trovarci a Teatro. Avremo anche l’omaggio a Raffaella Carrà: la presentazione di un progetto internazionale, il musical Ballo Ballo con 16 ballerini + 1!

A chi ha chiesto se Sabrina Ferilli offrirà una performance canora a Sanremo 2022, l’attrice risponde ironicamente: “Avevo proposto ad Amadeus di spogliarci e fare un trenino brasiliano. Diciamo che non siamo ancora a un Sanremo così avanti. (ride)” L’interprete ha poi rinnegato una sua probabile conduzione festivaliana: “Condurlo io? Nel mio bene e nel mio male sono sempre stata nel mio e preferisco stare nel mio. Io voglio fare l’attrice, crescere magari. Essere un supporto mi fa piacere, ma presentare è un’altra cosa. Non mi piace la confusione di questo periodo. Ognuno deve fare il suo e crescere nel suo.

Polemiche su un eventuale infrazione del regolamento con Morandi-Jovanotti

A muovere la questione è Andrea Spinelli per QN. Il duetto non annunciato precedentemente non è stato benvisto e, per questo motivo, Coletta è intervenuto, al termine del quale ha posto un interrogativo al giornalista: “L’arte deve essere normata?” e Spinelli: “L’arte no, ma la gara sì!” Sempre Spinelli in merito a Sanremo 2022 ha poi chiesto: “Perché il secondo intervento di Jovanotti non era in scaletta?

Risponde Amadeus: “Ogni cantante è libero di portare chi vuole e cantare con chi vuole. E non obbligatorio neanche di annunciarlo prima. La presenza di Lorenzo (Cherubini, ndr) io non la sapevo fino a 24 ore fa (Ferilli conferma). […] Io ho una persona cui sono legato da 35 anni e spero che venga da 3, lo scopro. È vero che c’è una gara da rispettare, ma Jovanotti non è venuto a fare promozione di un brano. Io gli ho detto di rimanere perché è una fotografia che voglio nella mia vita… Quando dico che è venuto un super amico vuol dire che lo ha fatto per amicizia e vuol dire che il signor Jovanotti da questa cosa non ha percepito un centesimo! Il filmato del Jova Beach Party è stata una cosa che ho voluto io!

Il Sole 24 Ore, Francesco Prisco: “Momento molto bello Jova-Morandi, ma si possono fare pezzi propri? Le cover sono uscire dalla propria comfort zone. Quello è repertorio!” Coletta: “Ma se abbiamo appena detto che il direttore non lo sapeva? E poi dove è scritto che il proprio repertorio prevale sul resto?” Dal canto suo Amadeus ha fatto notare che anche Patty Pravo, nel 2016 nelle serate cover, ha portato la sua canzone. Le polemiche continuano a travolgere il Festival di Sanremo 2022 con un’altra domanda sulla questione Jovanotti-Morandi.

Marzi incalza: “Hai detto che l’hai saputo ieri? Ma il regolamento prevede che ci sia una scadenza entro fine gennaio!” Amadeus perde le staffe: “Noi siamo qui a fare le pulci a una cosa eccezionale! Oggi col 60% me la voglio godere. E quindi quello che pensi possa essere fatto in maniera scorretta… io sono una persona corretta.” Anche Coletta alza i toni: “Lei lo sa quanti mesi lavoriamo a questo Festival. Questa maniacalità al difetto di una serata in una serata straordinaria, rispetto ai risultati. Faccio questo lavoro da 30 anni!” Marzi: “Lei fa il suo, noi il nostro.” Sabrina Ferilli poi anticipa su stasera: “Farò una conversazione. Un monologo vero e proprio non ci sarà perché a fine serata farei due co*****i così!

LEGGI ANCHE: Papa Francesco ospite a sorpresa a “Che tempo che fa” da Fabio Fazio

Lorenzo Cosimi

Cinema e tv

Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.

Back to top button