In uscitaMusicaPrimo pianoVideo e Social

Sanremo, Giovanni Truppi per la prima volta sul palco dell’Ariston: “Grande emozione”

Il cantautore in gara al 72° Festival della Canzone Italiana racconta l'emozione della sua prima volta all'Ariston e alcuni dettagli in merito al suo brano

Oggi 3 febbraio 2022, ha avuto luogo la conferenza stampa di Giovanni Truppi, il cantautore napoletano in competizione con il brano Tuo padre, mia madre e Lucia. Rispondendo alle domande dei giornalisti presenti in streaming ha raccontato in conferenza il brano che porta in gara: “Lucia è il nome di mia figlia” spiega Truppi. Nella canzone rappresenta il mondo esterno, nonché il frutto di una riflessione nella quale i tre personaggi della canzone rappresentano la soglia immediata al di là dell’intimità di una coppia. La partecipazione al Festival è arrivata proprio perché aveva questo pezzo pronto. Un brano che conserva quella componente “spigolosa” che è nota nelle corde dell’artista. Un brano presentato al Festival mostrando con consapevolezza proprio questa sua caratterista che appartiene a lui da sempre.

Truppi Sanremo

Per Giovanni Truppi si parla del suo primo Festival di Sanremo. La prima volta nella sua carriera e con un testo che ha interpretato proprio sul palco del Teatro Ariston nel corso della seconda serata festivaliana.Una grandissima emozione e anche un po’ di paura – racconta a noi di VelvetMAG domandandogli cosa si prova a salire sul palco del Teatro Ariston per la prima volta nella carriera di un cantautore – L’esibizione di ieri sera ovviamente arriva a valle di tanto lavoro. Non solo mio, ma di tante persone. Dovevo fare l’ulteriore passo di questi tre minuti circa un pochino da solo – aggiunge il cantante – Sotto il palco c’era il maestro Stefano Nanni ma sul palco ero da solo e sentivo questa responsabilità”.

Ora che ha sulle spalle questa esperienza, lo vedrà nella serata dedicata alle cover in duetto con Vinicio Capossela. Sul palco porteranno un brano di Fabrizio De André dal titolo Nella mia ora di libertà.

Giovanni Truppi, Tutto l’universo: l’antologia dei suoi 10 anni

Venerdì 4 febbraio uscirà un’antologia che racchiude l’essenza artistica di Giovanni Truppi. Un disco che si può leggere. O anche guardare, come di solito si osserva una serie di fotografie che, in Tutto l’universo si compone il profilo attento dell’autore napoletano, oggi tra i big della 72esima edizione del Canzone Italiana. I testi musicali scelti tra le più rappresentative, raccontano un arco di decennio artistico nel quale ritroveremo la canzone in concorso al Festival di Sanremo Tuo padre, mia madre e Lucia. Un brano che è accompagnato da un videoclip uscito oggi 3 febbraio con la regia affidata a Francesco Lettieri.

LEGGI ANCHE: Da Highsnob e Hu fino a Mahmood e Blanco: i big del Festival di Sanremo

Teresa Comberiati

Spettacolo, Tv & Cronaca Rosa

Calabrese, a vent’anni si trasferisce a Roma dove attualmente vive. Amante della fotografia quanto della scrittura, negli anni ha lavorato nel campo della comunicazione collaborando con diverse testate locali in qualità di fotografa e articolista durante la 71ª e 75ª Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica. Ha già scritto il suo primo romanzo intitolato Il muscolo dell’anima. Colonna portante del blog di VelvetMAG dedicato alla cronaca rosa e alle celebrities www.velvetgossip.it, di cui redige ogni mese la Rassegna Gossip.

Back to top button