Primo pianoSport

Calcio, “Intitolare lo Stadio Olimpico a Paolo Rossi”. La Camera impegna il Governo

L'ordine del giorno presentato da un deputato forzista ha ottenuto 387 voti favorevoli

A poco più di un anno dalla sua prematura scomparsa – Paolo Rossi se ne è andato lo scorso 9 dicembre per un male incurabile – arriva dalla Camera dei Deputati un riconoscimento per il grande Pablito. Prima della chiusura delle attività parlamentari, nei momenti in cui si votava la fiducia sulla Manovra, è arrivata l’approvazione di un ordine del giorno. L’obiettivo era impegnare il Governo per “Intitolare lo stadio Olimpico a Paolo Rossi“. Ben 387 onorevoli della Repubblica hanno votato a favore della richiesta. A presentarla il deputato Pierantonio Zanettin (Forza Italia), primo firmatario della proposta.

Compleanno Mondiali 82

L’impegno richiesto al Governo è riconoscere un tributo proprio alla storia di Paolo Rossi. Campione del Mondo 1982, capocannoniere del Mundial e vincitore del Pallone d’Oro, intitolandogli lo stadio Olimpico di Roma. Da poco infatti è accaduto lo stesso con Diego Armando Maradona a Napoli. Lo stadio della città intitolato dal lontano 1963 a San Paolo, lo scorso 4 dicembre 2020 ha cambiato nome. Erano passati solo una manciata di giorni – era il 25 novembre – da quando se ne era andata la leggenda del Pibe de Oro. Il Comune proprietario dello stadio lo ha dedicato all’ex capitano azzurro praticamente da subito.

Ci piace unire queste due storie scegliendo una post/vignetta magica di Federico Palmaroli, il celebre autore de Le più belle frasi di Osho, che se li è immaginati così.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da lepiubellefrasidiosho (@federicopalmaroli)

La reazione della moglie di Paolo Rossi: “Sono commossa

Sono commossa, è una notizia che mi rende felice” – ha commentato all’Agenzia Ansa Federica Cappelletti, moglie di Paolo Rossi. “Ringrazio l’onorevole Zanettin e anche la sottosegretaria Valentina Vezzali per l’impegno profuso, spero davvero che inizi un percorso che alla fine porti all’intitolazione a Paolo dello stadio di Roma“.
Grande è stata la commozione generale nel Paese e non solo che ha accompagnato la scomparsa del grande campione, scomparso a soli 64 anni e dopo una malattia che aveva taciuto ai più.

Camera Deputati fiducia Draghi

In particolare mi fa piacere – ha proseguito la vedova di Pablitoche anche la politica si stia muovendo, dopo che l’ha fatto il mondo dello sport e il calcio in particolare. Paolo è un eroe nazionale, che è stato capace di unire 40 anni fa tutta la nazione e lo sta facendo ancora adesso che non c’è più, con tanti tifosi e appassionati con lo ricordano con affetto. Al calcio, italiano e mondiale, Paolo ha dato molto, quindi si tratta di un riconoscimento meritato“.

LEGGI ANCHE: Motori, 2021 leggendario: tra grandi ‘addii’ e nuovi talenti

Ettore Mastai

Redazione interna - Esteri, Economia, Arte, Sport

Giornalista professionista specializzato in politica estera ed economia. Si è laureato con lode nel 2007 con una tesi sulla rivoluzione Khomeinista. Negli anni dell'università ha coltivato la sua passione per la scrittura sportiva e per i temi del gambling. Per l'agenzia di stampa nazionale AGV News-Il Velino ha curato la sezione di Giochi e Scommesse e di Ippica e dintorni. Spesso si è occupato anche di politica nazionale in relazione ai suoi campi di azione giornalistica.

Back to top button