Primo pianoProgrammiTV

“Bar Stella”, Stefano De Martino debutta stasera con un nuovo programma

Un carosello di chiacchiere, ironia, colori, citazioni, omaggi, canzoni da stasera su Rai2

Rai2 è lieta di invitare i telespettatori tutti all’apertura del Bar Stella. Un originale ‘luogo’, pronto ad ospitare e intrattenere il pubblico con il suo giro di clienti un po’ bizzarri, la Disperata Erotica Band e il personale altrettanto sui generis, a partire dal suo gestore, molto speciale, Stefano De Martino. Quattro appuntamenti più un “meglio di”, in onda dal 28 dicembre alle 22.50 dalla sede Rai di Napoli. Un carosello di chiacchiere, ironia, colori, citazioni, omaggi, canzoni.

Stefano De Martino al timone di Bar Stella, la nuova trasmissione di Rai2

L’atmosfera è familiare e amichevole, popolare e calda come quella del vero Bar Stella. Si tratta del bar di famiglia fondato cento anni fa dal bisnonno di Stefano De Martino e dove lui ha trascorso la sua infanzia e la sua adolescenza. La stessa scenografia è stata disegnata e in parte ricostruita da foto originali dagli scenografi Cappellini e Licheri, arricchita da alcuni reperti storici provenienti realmente dallo storico bar: una ricevuta, un autografo, una vecchia foto, una pala con cui il nonno faceva il gelato.

I personaggi che animano il bar e che il pubblico imparerà a conoscere puntata dopo puntata, sono: il barista Luciano, che ha velleità di attore (Herbert Ballerina); il cameriere Franco, a cui piace cantare (Franco Castiglia); la cassiera Ambrosia, che vorrebbe fare la soubrette (Ambrosia); la professoressa Marta, di Roma, che è venuta a insegnare al sud (Marta Filippi); Libero Parere, cliente ansioso e indeciso, alla perenne ricerca di un lavoro (Francesco Arienzo); l’avvocato D’Afflitto, un po’ traffichino, che ha eletto il Bar Stella come sede del suo studio professionale (Giovanni Esposito); il professor Siniscalchi, intellettuale alla buona che dispensa agli astanti le sue perle di saggezza (Mario Porfito); il critico televisivo Umberto Orfeo (Giorgio Melazzi); una “vera” Statua (Adelaide Vasaturo) che saltuariamente si anima declamando frasi e aforismi.

Bar Stella cast
2021,”BAR STELLA” Rai2,con Stefano De Martino

Cosa aspettarsi dal programma

Senza certezza che sia sogno o realtà, compare di tanto in tanto la Niña del Sud, cantante del momento onirico (Carola Moccia).Presenza fissa del bar, la Disperata Erotica Band: formazione in stile Carosone, che suona con strumenti vintage e analogici, accarezzati da grandi musicisti e diretta dal Maestro Pino Perris. Il nome della band riporta ad una canzone di Lucio Dalla, i cui versi ricordano che “l’impresa eccezionale, dammi retta, è essere normale’.

Il racconto della vita del “Bar Stella” vuole essere infatti un elogio della “normalità”: in una tv in cui cast, ospiti, musicisti sono sempre presentati come “straordinari”, il “Bar Stella” si pone come un’oasi, un rifugio, un baluardo a difesa dall’inflazione dei superlativi. Per rispolverare una tipologia di rapporto umano che si va via via perdendo: quella della chiacchiera da bar, appunto, priva di aggressività, attenta e curiosa dei racconti altrui, caratterizzata da una leggerezza calviniana che non vuol dire superficialità.

La vera storia del locale

Il Bar Stella è un luogo storico realmente esistito in una grande piazza di Torre Annunziata, vicino Napoli, paese natale di Stefano De Martino. È stato un bar di paese frequentatissimo, grazie alla posizione strategica ma anche grazie allo stile fra il familiare e l’imprenditoriale di Don Michele, che fondò il bar esattamente cento anni fa lasciandolo poi, a seguire, al figlio Stefano e al genero Enrico, rispettivamente bisnonno, nonno e papà di Stefano De Martino.

Don Michele, negli anni ’50 acquistò uno dei primi televisori di Torre Annunziata e i clienti si riunivano numerosi per vedere Lascia o Raddoppia e i primi varietà della Rai. In alcune sere particolari Don Michele ingaggiava alcuni personaggi famosi affinché si esibissero nel grande salone del Bar Stella. Si racconta che siano passati di lì Claudio Villa, Little Tony, Mario Merola, Roberto Murolo, Nino Taranto, Corrado… Intorno al piccolo palco di pertinenza dell’artista, su un vicino divanetto, un tavolino o uno sgabello da bar, gli avventori potevano assistere o anche in un secondo momento discutere insieme della performance o degli argomenti del giorno, in un variegato vociare di clienti, addetti al bar, ospiti fissi o clienti occasionali frettolosi.

LEGGI ANCHE: “Harry Potter – il torneo delle Case di Hogwarts” con Helen Mirren debutta stasera su Sky

Lorenzo Cosimi

Cinema e tv

Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.

Back to top button