Primo pianoSport

Natale a casa per Alex Zanardi, ha lasciato l’ospedale

Migliorano le condizioni del campione parlimpico. Dopo il gravissimo incidente del 2020 ha lottato "da vero combattente" fra cure e ospedali

Trascorrerà il Natale a casa, Alex Zanardi, con i suoi familiari. Lo ha annunciato Luca Pancalli, presidente del Comitato Olimpico, in apertura della cerimonia di consegna dei Collari d’Oro, all’Auditorium Parco della Musica di Roma, oggi 20 dicembre.

Zanardi, il recupero è lungo

A poco più di un anno e mezzo dal grave incidente stradale, il 19 giugno 2020, il 55enne ex pilota e campione paralimpico ha dunque lasciato l’ospedale. Quel giorno perse il controllo della sua handbike vicino Pienza (Siena), finendo contro un camion. Fu trasferito all’ospedale di Siena e sottoposto a un intervento di neurochirurgia d’urgenza, quindi ricoverato in terapia intensiva. Da allora ha subito diverse operazioni e ha dovuto cambiare più ospedali. Adesso continuerà, almeno in parte, la riabilitazione da casa. “C’è un calore eccezionale attorno ad Alex – ha spiegato la moglie di Zanardi, Daniela – e per questo abbiamo ritenuto giusto condividere questa bella notizia. Al tempo stesso chiediamo di rispettare la nostra privacy. Perché la nostra unica priorità è accompagnare Alex nel suo cammino con tutta la nostra energia“. Il recupero di Zanardi, che ha lasciato l’ospedale “alcuni giorni fa“, ha aggiunto la moglie, “continua ad essere un processo lungo“.

Un atleta combattente

Le battute d’arresto ci sono, il percorso di recupero è ancora lungo e non si possono fare previsioni. Ma Alex dimostra ripetutamente di essere un vero combattente” ha chiosato la signora Daniela. “Per lui – ha aggiunto in un’intervista al sito di Bmw – è molto tornare dalla sua famiglia e nel suo ambiente familiare. Per un anno e mezzo ha visto soltanto me, nostro figlio e sua madre. Ora stare in famiglia gli darà ancora più forza“. “Siamo molto grati al personale medico delle cliniche in cui è stato curato” ha sottolineato la moglie di Zanardi. “I medici, il personale sanitario, i terapeuti e tutti coloro che sono coinvolti hanno fatto tanto per Alex e continuano ad accompagnarci nella sua riabilitazione. Nelle cliniche Alex è in ottime mani, ma la sua casa è ancora la sua casa“.

Le sue condizioni oggi

La moglie di Zanardi ha parlato poi dei diversi programmi di recupero che “Alex ha seguito in ospedale proseguiranno a casa. Durante la settimana, un terapeuta lavora con lui su esercizi fisici, neurologici e logopedici. Per quanto riguarda la sua condizione fisica, ci sono molti progressi. Alex guadagna sempre più forza nelle braccia, che è aumentata molto. Ed eccetto l’ospedale, dov’era per molto tempo a letto, Alex ora passa la maggior parte della giornata sulla sedia a rotelle con noi. Si riposa solo un po’ nel pomeriggio, dopo pranzo“.

Le fasi immediatamente successive all’incidente di Zanardi, vicino Pienza (Siena)

 

LEGGI ANCHE: Sci: quinto acuto stagionale per Sofia Goggia. Oro della 4×50 stile libero ad Abu Dabi

 

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button