Primo pianoTV

Se ti è piaciuto “Maid” di Netflix, allora devi recuperare questi film

La miniserie è arrivata in streaming a ottobre ed è tratta da una storia vera, quella narrata nel libro "Domestica: Lavoro duro, Paga Bassa, e la voglia di sopravvivere di una Madre"

Il 2021 ha portato in TV tantissime storie, alcune più meritevoli di altre. E Maid appartiene a quel genere di storia di cui tutti dovrebbero parlare un po’ di più. Arrivata su Netflix l’1 ottobre, è composta da dieci episodi, che per l’intensità narrativa sembrano simili più a venti. Partiamo da un presupposto: Maid non è una miniserie da prendere a cuor leggero. Non è adatta a chi cerca una storia con cui svagarsi o per chi è in cerca di frivolezze. Maid racconta di violenza domestica, di difficoltà economiche, di abusi mentali e di profonda insofferenza.

Maid, la storia di Alex è un’ispirazione per tutti

In molti forse non sanno che la miniserie trae spunto da una storia vera, quella dell’autrice del romanzo Domestica: Lavoro duro, Paga Bassa, e la voglia di sopravvivere di una Madre. Con le fattezze di Margaret Qualley, la protagonista si chiama Alex ed è una ragazza di 25 anni che un giorno trova il coraggio di scappare di casa, insieme alla sua bambina di due anni. Dopo un litigio intenso con il marito, Alex ha capito di non poter più vivere sotto lo stesso tetto. Eppure, una volta fuori casa, si rende conto di essere completamente sola. Non ha amici né una famiglia solida sulla quale contare. Sua madre è un’artista bipolare che non vuole sottoporsi al miracolo della scienza, per cui la sua instabilità non è d’aiuto. Suo padre (un tempo ubriaco e violento) non è più in circolazione da quando era appena una bambina e tutti i suoi amici in realtà sono amici di Sean, il marito. E neanche lo stato non sembra poterla (o volerla?) aiutare.

Maid

Alex si vede costretta ad accettare lavori ignobili, accumulare ore e ore di duro lavoro come donna delle pulizie per avere in cambio il minimo indispensabile per sopravvivere all’affitto, alle bollette, alla retta per l’asilo e la benzina per l’automobile. Maid è la storia di una ragazza che lotta contro il sistema socio-economico di un paese che non si cura di chi resta schiacciato sotto il peso della solitudine e della paura. Eppure dà voce a tutte quelle donne vittime di abusi, sottolineando ancora una volta come la violenza non sia soltanto fisica, ma anche – e spesso – soprattutto verbale e mentale.

I film da vedere se ti è piaciuta Maid

Se avete visto Maid e cercate qualcosa di simile, ecco allora una lista di film che fanno al caso vostro. Uno dei più belli e profondi è Room, film premio Oscar con Bree Larson uscito nel 2015 tratto dal romanzo Stanza, letto, armadio, specchio. La storia segue la vita del piccolo Jack, il suo mondo è tutto dentro a una stanza, perché il vecchio Nick non permette loro di uscire. Quello che il bambino ignora è che sua madre è stata rapita tanti anni prima e Jack è il frutto di una violenza. Eppure per Joy quel bambino è tutta la sua vita e farebbe di tutto pur di salvarlo.

Room

Un altro film da recuperare è Changeling, con Angelina Jolie che interpreta la coraggiosa Christine Collins. Così come Alex non ha mai (o meglio, quasi mai) mollato in Maid per amore di sua figlia, Christine farà di tutto per ritrovare il figlio scomparso. Soprattutto quando la polizia trova un ragazzo simile alla descrizione, ma non è lui. Eppure nessuno le crede e Christine viene accusata di essere una madre inadatta e delirante.

Maid

Un altro film da recuperare è Joy, con protagonista Jennifer Lawrence. Mamma di due figli e mente geniale, Joy ha inventato il mocio auto-strizzante e cerca di vendere la sua idea per guadagnare denaro. Essendo una donna, questo compito le risulterà molto difficile. Concludiamo con Erin Brockovich – Forte come la verità, un film con Julia Roberts tratto da una storia vera. Una storia potente, che ha coinvolto persino la vera Erin Brockovich nella pellicola, e che ha permesso alla Roberts di vincere l’Oscar come migliore attrice.

LEGGI ANCHE: Da “And Just Like That” a “The Ferragnez”: cosa esce oggi in streaming

Cristina Migliaccio

Moda, Lifestyle & Glamour

Nata ad Ischia, ha studiato a Salerno dove ora vive Editoria e pubblicistica. Ha vissuto quattro anni a Roma diventando giornalista pubblicista.
Appassionata di libri e di tutte le dinamiche dell'intrattenimento televisivo, soprattutto riguardo le serie TV. Si occupa di Moda, analizzando nel dettaglio i red carpet e le tendenze. Sul blog www.velvetgossip.it di VelvetMAG è curatrice di curiosità ignote ai più.

Back to top button