Primo pianoSportStorie e Personaggi

Max Verstappen, onori e glorie del Campione del Mondo 2021 di Formula 1

Il 24enne della Red Bull vince ad Yas Marina e si aggiudica il titolo mondiale superando Lewis Hamilton all'ultimo giro

Un Mondiale che nessuno potrebbe definire piatto quello del 2021; dove fino all’ultimo giro dell’ultima gara il colpo di scena ha fatto da padrone. Max Verstappen vince ad Abu Dhabi, aggiudicandosi il titolo di Campione del Mondo di Formula 1, lasciando alle sue spalle il dominatore della gara e suo rivale da 22 GP, Lewis Hamilton. Dopo 6mila chilometri corsi, la Red Bull batte al 58° giro nel circuito di Yas Marina la Mercedes e conquista la vittoria dopo un campionato che passerà alla storia della Formula 1.

Mercedes contro Red Bull, ma soprattutto Max Verstappen contro Lewis Hamilton; esordiente 24enne il primo, pluri-campione il secondo. Entrambi talenti irriducibili, entrambi protagonisti indiscussi del campionato mondiale 2021 targato Formula 1. Lacrime di gioia e lacrime amare, sono queste le emozioni finali del Gran Premio di Abu Dhabi; Max abbraccia incredulo il team e la sua auto, Lewis non riesce ad abbandonare immediatamente il suo abitacolo, anche dopo aver tagliato il traguardo. La bandiera a scacchi sventola sopra la Red Bull e immediatamente dopo sulla Mercedes, segnando la fine di un campionato tra i più esaltanti della storia.

Verstappen Hamilton

Una rivalità fatta di colpi di scena

Scontri, incidenti, una rivalità che ha segnato tutto il campionato quella tra Max Verstappen e Lewis Hamilton; un testa a testa tra giganti delle monoposto, che si è combattuto fino alla fine. Perché i due driver non hanno permesso di formulare pronostici, arrivando all’ultima gara di campionato a pari merito nella classifica. Come riporta la Gazzetta dello Sport, il presidente della F1, Stefano Domenicali, ha descritto così gli attimi che precedevano il via del GP: “Si sente l’energia sulla griglia e sull’asfalto. Al di là di chi vincerà questo titolo, speriamo sia una gara intensa fino alla fine, per la F1 è un momento magico”. E adesso a cose fatte, sembra che questo pronostico si sia realizzato.

Verstappen si era guadagnato la pole position ad Abu Dhabi, ma Lewis Hamilton lo ha, letteralmente, bruciato sulla partenza, piazzandosi davanti all’avversario della Red Bull sin dal primo giro. Max attacca alla chicane, leggero contatto tra i due, Hamilton taglia la chicane e per la Direzione di gara, può mantenere la sua prima posizione. Lewis, infatti, quel primo posto lo arpiona e lo mantiene per tutta la gara guadagnando un distacco di 14″ su Verstappen.

La svolta nella gara

A segnare l’episodio che stravolgerà la gara l’incidente al 54° giro di Latifi e l’ingresso in pista della Safety Car. Verstappen entra ai box e monta gomma rossa, Hamilton resta con le dure usate: un errore di strategia che ha segnato il finale? Difficile dirlo, ma il risultato è, senza dubbio, un colpo di scena da paura; degno forse di un Mondiale che più volte è stato definito ‘folle’. Follia, aggressività, tattica, non è mancato nulla alla Formula 1 del 2021.

E in maniera incredibile, senza lasciare troppo spazio alle parole, proprio nel giro conclusivo Max Verstappen si rende protagonista di un sorpasso strepitoso che gli fa tagliare il traguardo in prima posizione e come Campione del Mondo 2021. “Oh mio Dio, Sì!“, sono queste le parole dell’olandese sotto la bandiera a scacchi. Un finale commosso per tutti i fan di Hamilton che si accodano alla sua amarezza, ma lacrime di gioia anche per il 24enne che ha mostrato di avere la stoffa da campione sin dai suoi esordi sulle quattro ruote.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da FORMULA 1® (@f1)

Max Verstappen, storia di un talento

Verstappen si lancia a piangere sulle gomme della sua RB16B, poi abbraccia il padre Jos e i meccanici Red Bull, Hamilton sconfitto resta a lungo in macchina poi stringe la mano a Christian Horner, team principal Red Bull. E poi il finale di grande fair play, con l’abbraccio tra Verstappen e Hamilton e gli omaggi dell’olandese all’avversario britannico. E nonostante la commozione per il grande campione del mondo della Mercedes è impossibile definire Max Verstappen come un ‘novellino fortunato’; perché il 24enne la stoffa del campione sembra averla impressa nel DNA.

È stato il più giovane a debuttare, ad andare a punti e a vincere una gara del circus; un vero ‘collezionista di record’. Figlio dell’ex pilota di Formula 1 Jos Verstappen, l’olandese, classe ’97, si è fatto notare sin dagli esordi. Nel 2014, approda in Formula 1 nelle prove del venerdì in Giappone a ottobre e nel corso delle stagione prende parte alle libere dei GP negli Usa e in Belgio. Non ancora maggiorenne, nel 2015, Max Verstappen è al via del Gran premio d’Australia, al volante della monoposto della Scuderia Toro Rosso.

Un recordman destinato a crescere

I record iniziano subito, prima è il più giovane pilota di sempre in una gara del circus poi in Malesia, arrivando settimo, diventa il pilota più giovane di sempre ad andare a punti. Nel 2016 viene promosso in Red Bull Racing e vince il Gran Premio di Spagna diventando il più giovane pilota di sempre a tagliare per primo il traguardo in Formula 1.

Nel 2017, sempre in Red Bull, vince in Malesia e in Messico e da allora si trasforma in uno dei piloti più forti del circus; un vero talento in ascesa. Podi, vittorie e traguardi, consegnano l’immagine di un talento destinato a iscriversi nel circuito degli astri. Costretto al ritiro in cinque Gran Premi, nel 2020 Max Verstappen non scende mai dal podio; ma è il 2021 l’anno della svolta. In Austria segna un altro record, diventando il pilota più giovane a centrare il Grand Chelem, ovvero il weekend perfetto: pole position, giro veloce in gara, vittoria del GP e comando della corsa dal via al traguardo. Impossibile, dunque, strappare la stoffa del campione a Max Verstappen che, con la sua determinazione, diventa il simbolo delle nuove generazioni di talenti sulle quattro ruote.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da FORMULA 1® (@f1)

LEGGI ANCHE: Motori accesi per il finale del Mondiale di Formula 1: duello tra Hamilton e Verstappen

Francesca Perrone

  • Cultura, Ambiente & Pets

    Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
    Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.

Back to top button