Primo piano

Covid, dalla Francia alla Germania infuria la quarta ondata del virus

Viaggi all'estero per Natale e Capodanno? Proibitivi, considerando le decine di migliaia di nuovi casi al giorno da Est e Ovest dell'Europa

A quasi due anni dallo scoppio della pandemia, la quarta ondata di Covid corre in tutta Europa. L’Italia, con circa 18mila nuovi positivi ieri 8 dicembre, è fra i paesi che stanno reggendo meglio l’urto dei virus, rafforzato dalla variante Omicron arrivata dall’Africa australe.

Germania e Francia

La Germania registra più di 70mila nuovi casi di Covid al giorno. Il bollettino dell’Istituto Robert Koch ha segnalato 70.611 contagi e altri 465 decessi ieri 8 dicembre. L’incidenza media settimanale è di 422,3 casi ogni 100ila abitanti, con 351.148 contagi accertati negli ultimi sette giorni. I casi attivi sono poco meno di un milione. In Francia ieri nuovo record giornaliero di infezioni dal novembre 2020, con 61.340 nuovi casi in 24 ore. Secondo l’Agenzia francese per la salute pubblica, il tasso di incidenza ha raggiunto i 448 casi ogni 100mila residenti. Il bilancio delle vittime ha superato quota 120mila, con 133 decessi registrati nelle ultime 24 ore in tutto il Paese.

Gran Bretagna

Allerta anche in Gran Bretagna. Il Regno Unito sta rafforzando le misure di contenimento. Nel Paese “ci potrebbero essere circa un milione di casi Omicron” entro un mese, ha detto il ministro della Salute, Sajid Javid, intervistato da Sky News. “Negli ultimi giorni abbiamo iniziato a saperne di più sulla variante. E una di quelle cose che abbiamo imparato è che si diffonde molto, molto rapidamente” ha detto Javid. “Si diffonde più velocemente di qualsiasi altro Covid che abbiamo visto finora”. Sulla vaccinazione obbligatoria per tutti, Javid ha detto di ritenerla ”eticamente sbagliata” e che ”anche a livello pratico, non funzionerebbe”.

Danimarca e Norvegia

Il Covid corre anche nel Nord Europa. In Danimarca il Governo ha deciso di chiudere le scuole e incentivare il lavoro da casa. Si è stabilito inoltre di limitare la vita notturna per contenere l’aumento dei contagi. In Norvegia, dove la situazione “è grave“, il premier Jonas Gahr Store ha imposto un tetto massimo di persone alle riunioni in casa. E l’obbligo di mascherina laddove il distanziamento sia impossibile.

Ucraina e Russia

La situazione resta drammatica in Ucraina: nel corso delle ultime 24 ore sono stati registrati 12.376 nuovi casi e 465 decessi provocati dalla malattia. Nel Paese, 13,9 milioni persone hanno ricevuto almeno una dose di vaccino contro il Covid e 12,1 milioni hanno completato il ciclo vaccinale, su un totale di 42 milioni di abitanti. In Russia nel corso dell’ultima giornata sono stati registrati 30.209 nuovi casi e 1.181 decessi provocati dalla malattia. Lo riferisce il centro operativo nazionale anti Coronavirus, ripreso dalla Tass. Nel Paese, dall’inizio dell’epidemia, si sono accertati 9,9 milioni di casi Covid e 286.004 decessi provocati dalla malattia.

Unione Europea Francia Covid
In tutta l’Unione europea il virus sta generando nuove infezioni. l’Italia è fra i paesi meno colpiti

LEGGI ANCHE: Vaccino Covid, Italia ai primi posti in Europa. Fra 7 giorni le dosi ai bambini

 

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button