Primo piano

Covid, nessuno in zona gialla. Terapie intensive: il 66% non è vaccinato

Si va verso l'obbligo della terza dose di vaccino per il personale sanitario mentre la durata del Green Pass si ridurrà da 12 a 9 mesi

La prossima settimana, slavo contrordini, il Governo esaminerà l”estensione alla terza dose dell’obbligo di vaccino anti Covid per i sanitari. Ma anche la riduzione della durata del Green Pass: da 12 a 9 mesi, per incentivare le terze dosi. Nessuna Regione o Provincia autonoma, intanto, rischia la zona gialla nei prossimi giorni, come invece si temeva. “Al momento la situazione è sotto controllo” ha dichiarato a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, il sottosegretario alla Salute Andrea Costa. “Alcune regioni, come il Friuli, il Veneto, le Marche vanno un po’ attenzionate“. “La zona gialla, a livello di restrizioni, ha solo l’uso della mascherina all’aperto“, ha concluso Costa.

Covid e terapie intensive

Un episodio televisivo, invece, ha contribuito a fare chiarezza sulla percentuale dei vaccinati contro il Covid, e soprattutto dei non vaccinati, che sono ricoverati nelle terapie intensive. Ospite a Tagadà, su La7, oggi 18 novembre il giurista dell’Università di Torino, Ugo Mattei, esponente No Green Pass, ha affermato in diretta tv che “Il 70% dei ricoverati in terapia intensiva è vaccinato“. In pochi minuti, la redazione compiuto una verifica sulla base del report per il mese di ottobre dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS). Ebbene: i dati sono l’opposto rispetto a quanto ha sostenuto il docente. Nei letti di terapia intensiva occupati da pazienti Covid in Italia, il 66,4% di questi non è vaccinato.

L’epidemia in Italia oggi

Secondo i dati forniti dalla Fiaso – Federazione Italiana delle Aziende Sanitarie e Ospedaliere – in base a una rilevazione del 16 novembre, il 74% dei ricoverati Covid in terapia intensiva non ha ricevuto alcuna dose di vaccino o non ha completato il ciclo vaccinale. Il 26% dei pazienti positivi ricoverati in terapia intensiva ha invece completato il ciclo vaccinale. In Italia, oggi 18 novembre si registrano 10.638 nuovi casi di Coronavirus a fronte di 625.774 tamponi. Nelle ultime 24 hanno perso la vita altre 69 persone per un totale, da inizio pandemia, che arriva a 133.034. In terapia intensiva sono ricoverati 503 pazienti (+17) mentre i guariti sono 5.148. Il tasso di positività è all’1,7%. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.088, 28 in più rispetto al giorno precedente. Sono invece 132.513 gli attualmente positivi al Covid in Italia, 5.428 in più nelle ultime 24 ore. Dall’inizio della pandemia i casi totali sono 4.893.887, i morti 133.034.

Covid Italia 18 Novembre 2021
I dati sul Covid in Italia il 18 novembre 2021. Foto Twitter @MinisteroSalute

LEGGI ANCHE: Covid, Germania: 65mila casi in 24 ore. Francia, il 60% vuole il lockdown per i No Vax

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button