NewsPrimo piano

Pensioni, parte la campagna per il riscatto della laurea: le regole Inps

È possibile trasformare gli anni dell'Università in anni contributivi a fini pensionistici, online il simulatore per il calcolo

Al via in Italia la campagna di comunicazione per il riscatto della laurea e per il riscatto della laurea agevolato, ai fini della pensione. Per i periodi che si collocano nel sistema contributivo si tratta di un potenziale risparmio fino al 70%. Lo fa sapere l’Inps in una nota. Il riscatto del corso di laurea “è lo strumento che consente di trasformare gli anni di università in anni contributivi. E quindi integrare la posizione contributiva ai fini del diritto e del calcolo di tutte le prestazioni pensionistiche.

Pensioni e contributo da pagare

Il contributo da pagare – spiega l’Inps – cambia in relazione alle norme che disciplinano la liquidazione della pensione.” A seconda cioè, del “sistema retributivo o contributivo, cioè dal 1° gennaio 1996, tenuto conto della collocazione temporale dei periodi oggetto di riscatto“. La condizione necessaria è aver conseguito il titolo di studio. Non si possono riscattare i periodi fuori corso né quelli già coperti da contribuzione obbligatoria.

Inps, il simulatore online

Sul sito dell’Inps è disponibile un simulatore che consente di avere informazioni personalizzate. In pratica si può ottenere una simulazione orientativa del costo del riscatto, della sua rateizzazione, della decorrenza della pensione. Ma anche del beneficio pensionistico stimato conseguente al pagamento dell’onere. Non sono richieste credenziali, basta inserire in modo anonimo alcuni dati.

Laurea, cosa si può riscattare

Si possono riscattare diplomi universitari: corsi di durata non inferiore a due anni e non superiore a tre. Diplomi di laurea: corsi di durata non inferiore a quattro anni e non superiore a sei. Diplomi di specializzazione, che si conseguono successivamente alla laurea e al termine di un corso di durata non inferiore a due anni. Ma anche dottorati di ricerca, laurea triennale, laurea specialistica e laurea magistrale. Così come diplomi rilasciati dagli Istituti di Alta Formazione Artistica e Musicale (AFAM). L’eventuale domanda dovrà essere presentata esclusivamente per via telematica.

LEGGI ANCHE: Giornata Mondiale degli stagisti: mettersi in gioco tra i “senior”

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button