Musica

Eventi e concerti dal 15 giugno: cosa cambierà e quali sono le condizioni da rispettare

In questo periodo di emergenza sanitaria anche l’industria musicale ha subito dei grossi danni. Sono tantissimi gli artisti che hanno dovuto doverosamente annullare concerti ed eventi in questi duri mesi di reclusione. Finalmente da poche ore anche loro hanno potuto contare su nuove e precise informazioni sul loro più prossimo futuro. E’ ora disponibile il decreto firmato il 17 maggio dal Presidente del Consiglio. Nel documento vengono ovviamente nominate anche le ultime novità per quanto riguarda spettacoli all’aperto e al chiuso. Dal 15 giugno infatti questi ultimi ripartiranno, ma le misure di sicurezza da adottare sono molteplici. Ecco cosa è riportato alla lettera m dell’articolo 1 del decreto:

Gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto restano sospesi fino al 14 giugno 2020. Dal 15 giugno 2020, detti spettacoli sono svolti con posti a sedere preassegnati e distanziati.”

L’allegato 9 del decreto: le condizioni da rispettare

Ovviamente dovrà essere rispettata la distanza di sicurezza e i numeri sono chiari. Infatti ci dovranno essere massimo 1000 spettatori per gli aventi all’aperto e 200 per quanto riguarda quelli al chiuso. Nell’allegato 9 del decreto inoltre vengono analizzate punto per punto le regole da rispettare dal 15 giugno durante gli eventi. Ecco quali sono:

  • Mantenimento del distanziamento interpersonale, anche tra gli artisti.
  • Misurazione della temperatura corporea agli spettatori, agli artisti, alle maestranze e a ogni altro lavoratore nel luogo dove si tiene lo spettacolo, impedendo l’accesso in caso di temperatura > 37,5 °C.
  • Utilizzo obbligatorio di mascherine anche di comunità per gli spettatori.
  • Utilizzo di idonei dispositivi di protezione individuale da parte dei lavoratori che operano in spazi condivisi e/o a contatto con il pubblico.
  • Garanzia di adeguata periodica pulizia e igienizzazione degli ambienti chiusi e dei servizi igienici di tutti i luoghi interessati dall’evento, anche tra i diversi spettacoli svolti nella medesima giornata.
  • Adeguata aereazione naturale e ricambio d’aria e rispetto delle raccomandazioni concernenti sistemi di ventilazione e di condizionamento.
  • Ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per la disinfezione delle mani. In particolare, detti sistemi devono essere disponibili accanto a tastiere, schermi touch e sistemi di pagamento.
  • Divieto del consumo di cibo e bevande e della vendita al dettaglio di bevande e generi alimentari durante lo svolgimento degli spettacoli.
  • Utilizzo della segnaletica per far rispettare la distanza fisica di almeno 1 metro anche presso le biglietterie e gli sportelli informativi, nonché all’esterno dei luoghi dove si svolgono gli spettacoli.
  • Regolamentazione dell’utilizzo dei servizi igienici in maniera tale da prevedere sempre il distanziamento sociale nell’accesso.

Gli ultimi punti dell’allegato 9 si concentrano sui metodi di pagamento e di vendita dei biglietti: evitare quindi i contanti e utilizzare i metodi telematici per l’acquisto.

 

Back to top button