Arte e CulturaPrimo piano

“Tiziano. L’impero del colore”: l’artista rinascimentale approda al cinema

Le opere iconiche e la vita del pittore e Maestro simbolo del Rinascimento in esclusiva sul grande schermo

Tiziano ‘approda’ al cinema. I capolavori del Maestro simbolo del Rinascimento e alcuni dettagli della sua vita privata arrivano sul grande schermo in un viaggio esclusivo tra le opere più iconiche. Con Tiziano. L’impero del colore, si propone un approfondimento sull’abilità dell’artista nel comprendere la personalità dei protagonisti delle sue opere.

Con la partecipazione straordinaria di Jeff Koons, Tiziano. L’impero del colore è inserito nel progetto originale ed esclusivo di Nexo Digital: La Grande Arte al Cinema. Un viaggio inedito proposto sul grande schermo, attraverso i capolavori di un dei Maestri indiscussi del Rinascimento.

Tiziano Impero colore cinema
Poster ufficiale: Tiziano.Impero del colore

Le pennellate riconoscibili, i giochi di colore che attirarono Papi ed Imperatori e dettagli, fino ad ora rimasti celati, sulla vita e le opere iconiche dell’artista. Nelle sale italiane un docufilm dedicato a uno dei pittori simbolo di Venezia e del Rinascimento: Tiziano Vecellio.

Il Maestro del Rinascimento al cinema

Il docufilm, diretto da Laura Chiossone e Giulio Boato, è scritto da Lucia Toso e Marco Panichella con la supervisione di Donato Dallavalle. Si tratta di una produzione Sky, Kublai Film, Zetagroup, Gebrueder Beetz e Arte ZDF. In esclusiva sul grande schermo in tre date speciali, si apre al pubblico la possibilità di conoscere e ripercorrere la vita dell’artista che del ‘500 è descritto come: “Il più eccellente di quanti hanno dipinto“. Tiziano. L’impero del colore è un viaggio nell’esperienza dell’artista che, come scrive la nota che lancia l’evento, fu geniale ed imprenditore di sé stesso. Dotato di grande capacità innovativa e capace, oltre di saper creare un’opera, anche di venderla.

Tiziano opere
Bacco e Arianna, opera di Tiziano

La grande caparbietà di Tiziano gli permette, in pochi anni, di diventare il pittore ufficiale della Serenissima e sommo artista ricercato dalle più ricche e famose corti d’Europa. Da Ferrara a Urbino, da Mantova a Roma fino alla Spagna di Carlo V e di suo figlio Filippo II. “Tiziano attraversa il secolo illuminandolo con i suoi dipinti e ispirando artisti di tutte le epoche successive. Perfetto interprete della religione e della mitologia e ritrattista di immediata potenza espressiva. Domina il suo tempo oscurando i contemporanei, sempre tenendo fede al suo motto: ‘l’arte è più potente della natura “.

Le grandi ‘voci’ nel docufilm

Solo il 3, il 4 e il 5 ottobre sarà possibile scoprire, attraverso il parere di esperti, critici, studiosi e artisti internazionali, dettagli inediti sulla vita dell’artista, sulla sua arte, sul suo temperamento e sulla sua ambizione. Tutto nel panorama di Venezia che è stata la base operativa scelta da Tiziano. Nel film il racconto è ad opera di Amina Gaia Abdelouahab, curatrice indipendente e storica dell’arte, co-founder e vicepresidente di Progetto A, Bernard Aikema, Professore di Storia dell’arte moderna all’Università di Verona, Brunello Cucinelli, stilista e imprenditore, finanziatore del Foro delle Arti, Francesca Del Torre, assistente scientifica all’Istituto di storia dell’arte della Fondazione Cini e curatrice per la pittura italiana del Rinascimento al Kunsthistorisches Museum di Vienna.

Tiziano docufilm
Immagini dal docufilm: Tiziano Impero del colore

Con i già citati, si uniscono al prezioso lavoro di Tiziano. L’Impero del colore anche Miguel Falomir Faus, Direttore del Museo Nacional del Prado a Madrid, studioso di pittura italiana del Rinascimento e del Barocco, Sylvia Ferino-Pagden, curatrice di mostre, in precedenza Curatrice della Pittura rinascimentale italiana e Direttrice della Pinacoteca del Kunsthistorisches Museum di Vienna, Jeff Koons, uno degli artisti più influenti e seguiti al mondo, Patrizia Piscitello, storica dell’arte, curatrice, responsabile Ufficio mostre e prestiti e Curatrice collezioni del Cinquecento del Museo e Real Bosco di Capodimonte, Tiziana Plebani, storica, cultrice di Storia moderna all’Università Ca’ Foscari di Venezia, in precedenza responsabile del Dipartimento Storia e Didattica della Biblioteca Nazionale Marciana, Giorgio Tagliaferro, Professore Associato in Arte Rinascimentale all’Università di Warwick con un Ph.D. in Storia dell’arte all’Università Ca’ Foscari di Venezia.

L’eredità di Tiziano

Nel racconto del docufilm diverse le vicende personali narrate, come il legame importante con la figlia Lavinia o i rapporti con le personalità eminenti del suo tempo (tra cui, per esempio, il Duca di Ferrara Alfonso I; il poeta e intellettuale Pietro Aretino, ‘rockstar’ del Rinascimento; la Marchesa di Mantova, collezionista e mecenate senza eguali, Isabella d’Este; l’imperatore Carlo V; il Papa Paolo III; il re di Spagna Filippo II; Jacopo Tintoretto, lo storico rivale).

Tiziano. L’Impero del colore è un omaggio inedito al grande artista che ha influenzato e continua ad influenzare le epoche successive. Una testimonianza tangibile è quella di Jeff Koons, che nel docufilm racconta la sua “assoluta fascinazione” per il grande pittore che visse quattrocento anni prima di lui.

Francesca Perrone

  • Cultura, Ambiente & Pets

    Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
    Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.

Back to top button